:Scopri l'offerta adsl, voip

Offerto da giochieflash.it: giochi online
Codice HTML da incollare ADUC - Stop al canone Rai!

martedì 15 settembre 2009

Molestie sessuali a due alunne Sospeso professore di liceo

ANCHE LA PRESIDE E' INDAGATA, PER TRUFFA: GLI CONSIGLIO' DI METTERSI IN MALATTIA

Un docente del classico Beccaria è accusato di abusi su due studentesse minorenni. Potrebbero esserci altri casi

MILANO - Per lui l'anno scolastico non è iniziato oggi, come per tutti gli altri: per tornare a scuola, se ci tornerà, dovrà aspettare che la sua posizione sia chiarita. Un 59enne professore di un liceo classico di Milano, insegnante di latino e greco, è stato sospeso dal servizio per due mesi dal gip di Milano Paola Di Lorenzo nell'ambito di un procedimento che vede l'uomo indagato per aver, secondo l'accusa, molestato due studentesse di 17 anni. La notifica del provvedimento del giudice è stata recapitata al professore sabato scorso, 48 ore prima dell'inizio delle lezioni per l'anno scolastico 2009-2010. Nell'inchiesta condotta dalla Procura di Milano sarebbero emersi, inoltre, altri comportamenti seduttivi da parte dell'uomo che allo stato, però, risponde solo di due episodi.

L'AULA VUOTA - Il primo episodio contestato al professore risale al 1° marzo scorso, quando il docente, con la scusa dello scarso rendimento, aveva dato appuntamento a un'alunna di seconda liceo in un'aula vuota e lì l'aveva abbracciata, sussurrandole oscenità. La ragazza era riuscita a fuggire e aveva denunciato, con una lettera alla preside, quanto era accaduto. Una volta avviata l'indagine una seconda ragazza, oggi maggiorenne, aveva dichiarato di avere subito le medesime molestie nel gennaio 2007. In un incontro tra la preside e la classe dell'alunna, anche altre ragazze avrebbero denunciato di esser state vittime di molestie, anche se più lievi, da parte dello stesso insegnante. Il 59enne è stato sposato due volte, in entrambi i casi con sue ex allieve. Sulla sua preparazione non ci sono dubbi: è un bravo insegnante.

INDAGATA LA PRESIDE - In un primo momento la preside del liceo, Maria Concetta Medi Guerrera (da quest'anno trasferita al Leonardo Da Vinci), aveva deciso per una sospensione in via cautelare del professore, ma poi aveva accantonato l'idea poiché non vi erano testimoni che potessero supportare le accuse formulate dalle ragazze. La preside si era quindi rivolta all'ufficio scolastico provinciale che aveva avviato un'ispezione; nello stesso tempo, però, aveva consigliato il professore di mettersi in malattia. Per questo è ora indagata per truffa ai danni dello Stato, in concorso con l'insegnante. A condurre le indagini è il sostituto procuratore Marco Ghezzi. Sabato scorso, con la firma del gip Paola Di Lorenzo, al docente è stata notificata la sospensione dal servizio per due mesi.

1 commento:

Anonimo ha detto...

La ringrazio per Blog intiresny